Sacco da lancio

 

Autore: Marksails

Direttamente dal mondo del kayak estremo.

Un giorno si affiancò a me un gommonauta, e mi chiese: cos’è quel sacchetto color fucsia che tieni agganciato al tientibene della consolle?
Il sacco da lancio risposi io , e lui mi guardò allibito.
119 sixonesaccolancio 1
Allora gli dimostrai il funzionamento , feci un lancio senza metterci troppa forza e, in un batter d’occhio, la cima si distese perfettamente sull’acqua per la lunghezza di 20 metri restando a galla ben visibile perché di color giallo, e terminante con il sacchetto vuoto ma galleggiante a sua volta e con una robusta gassa finale per potersi aggrappare.
La tengo sempre con me perché è poco ingombrante, non si ingarbuglia, e quando serve è di un’immediatezza ineguagliabile.
119 saccolancio 001 1
Vi faccio pensare ad un uomo in mare tra le onde , prendete il salvagente anulare e lanciatelo , è ingombrante e , a meno che non siate campioni di lancio con il disco, arriverà non troppo lontano…tutto questo mentre siete al timone e cercate di tener dritta la prua per non beccare un’onda di traverso..

Con questo non voglio screditarlo, anzi, ma voglio solo farvi vedere un metodo di primo soccorso che batte in immediatezza e praticità qualunque altra cosa

119 saccolancio 1Voi mi direte , da dove spunta tutto cio’?

Dal mondo del kayak estremo.
Infatti nei torrenti estremi questo attrezzo è d’obbligo e qualsiasi kayaker esperto sa di cosa parliamo.
Immaginate di essere in una rapida e di vedere un compagno in difficoltà…
In un kayak non c’è spazio per il salvagente anulare ma questo sacco ci stà ovunque, anche agganciato direttamente al canoista.
Diviene immedidiato sorpassare il malcapitato accostare ad una sponda del fiume e lanciare il sacco verso la sponda opposta passando a circa 1 metro davanti alla vittima, in tal modo , l’infortunato troverà un appiglio e voi lo trarrete in salvo.
Questo sistema è efficace anche in mare , proprio in quelle condizioni in cui siamo soli alla guida e non possiamo mollare il timone per avverse condizioni.
In tal modo possiamo usare tranquillamente una mano mente con l’altra governiamo il gommone.
Per usarlo bisogna lanciarlo come si farebbe quando si gioca a bocce , e facendo passare la cima davanti al naufrago, tenendo conto delle condizioni del vento.
Non teme il vento perché e piccolo e il peso della cima contenuta lo rende facile e preciso.
In ogni caso, volendo si puo’ fissare il salvagente anulare alla sua estremità ed avere il duplice vantaggio, salvagente e cima compatta e mai attorcigliata

 119 saccolancio 002 1      119 saccolancio 004 1
                                                                                                                           La cima va inserita all'interno senza arrotolarla
 
119 saccolancio 005 2 
    Ecco la posizione da tenere per lanciare
 
Poi leggendo in internet nel sito molto interessante della ital-cer ho trovato questo sacco con salvagente gonfiabile automatico.

Ital-Cer - Sacco da lancio

Borsa da lancio con 30 mt di sagola. Il soccorritore tiene un capo della sagola, lancia la borsa in acqua e si attiva automaticamente un salvagente a ferro di cavallo. Tale dispositivo può essere utilizzato specialmente in acque correnti ed in mare in vicinanza di scogliere e frangiflutti.
Si colloca a bordo di qualsiasi mezzo terrestre o nautico sempre pronto all´utilizzo in quanto dispone di volume ridotto

Peso : 1.237 grammi
Dimensioni : 20 x 19 x 6 cm
Tempi di apertura : 3 secondi

                                          119 resqsling2big 2                       119 resqsling 2    

© Gommoni & Motori 2007