Flyer 415 con Honda 20 HP, il GommoCorsaro

PROVA

 

Autore: Corsaro

Premessa: Corsaro è il nick di un utente del Forum, Corsarina è sua moglie, GommoCorsaro il suo gommone

FINALMENTE IN ACQUA !!!!

Mi sono deciso, la scorsa settimana sistemati tutti gli impegni prendo baracca e burattini e vado verso una pozza d’acqua per il primo varo.

Carico tutta la bestia ( che all’apparenza sembra piccola) e la stivo con perizia millimetrica sulla macchinina.

Dopo aver cercato invano degli scatolati inox (solo in barre da 6m!!), ho deciso di utilizzare quelli in alluminio (scarti "a gratis" di un artigiano che costruisce infissi).

 Flyer 001

 Primo dubbio: Come sistemare il motore ??? Ideona geniale, lo facciamo sedere sul sedile posteriore !!!
Flyer 002
 
Dopo un “velocissimo” montaggio, (d’altra parte c’è chi lo monta in 7 minuti, mortacci sua!! ), sotto il sole di mezzogiorno, questo è il risultato.
Flyer 003  Flyer 004
 
Ora è venuto l’atteso momento del varo (sono solo 2 mesi che aspetto)
…e di cosa mi accorgo ???
Che una nuovissima e strapagata ruota di alaggio è a terra (sgrunt!) .
Dato che sono più attrezzato di James Bond, tiro fuori una bomboletta di "gonfia & ripara" e le gonfio tutte e due ma senza esagerare.
Ora comincia la via crucis:
per arrivare all’acqua devo fare circa 200 mt. con una pendenza in alcuni punti superiore al 15%
Penso…
Che ci vuole, siamo in 2, è leggero e ha le ruotine !?!?
1) Leggero non è
2) la pendenza è forte
3) ho sopravvalutato le mie forze

A metà del percorso ho finito l’energia nelle braccine, a quel punto affranto, mi siedo e mi do dello stupido.
Miracolosamente si accende il cervello !!!
Sposto tutto il peso a poppa (prima era tutto a prua, sigh !)
Il gommino torna trasportabile e assieme al mio “muletto” (mogliettina adorata che ancora non aveva cominciato ad insultarmi, ma che cominciava a sfoderare battutine sarcastiche), lemme lemme si arriva all’acqua.

Arriviamo in acqua!
GALLEGGIA!!!

Rimetto tutto ottimizzato per l’assetto di navigazione, sale la Corsara metto in moto con un paio di tirini di cordicella.
Il motore ronza silenzioso e, in quanto 2 cilindri, vibra vistosamente al minimo.
Comunque è:
- pronto all’acceleratore
- aumentando i giri smette di vibrare
- silenzioso
- consuma pochissimo
- con un quarto di giro di volano si accende
Del motore sono soddisfatto!
Rispetto al glorioso 521 sembra un’astronave intergalattica

Comincia la navigazione:
Il lago è molto mosso, con onda incrociata triangolare e ripida, inoltre ci sono molte onde di scia di grosse barche.
Tento di farlo planare e dopo poche centinaia di metri vengo disarcionato e gettato nei flutti!! (doppio sgrunt !!)
Così imparo a non usare la cordicella di sicurezza che in barca non avevo mai indossato.
La Corsarina se la ride e torna a recuperare il comandante in ammollo.
Dunque devo domare il cavallo imbizzarrito, e in poco tempo ho ragione di LUI e impara ad ubbidire ai comandi.
Per fare questo, le botte e le sbattute sulle onde hanno innervosito la Corsarina, che tuonando come il giudizio della Corte di Cassazione sentenzia:
”Basta così, meglio la nostra barchina !!!”
Sulle onde, i paglioli tendono a smuoversi, ma senza sollevarsi, comunque la sensazione non è delle migliori, sarà che non ci sono abituato…

Allora proseguo la navigazione in dislocamento, facendole notare il fascino delle parti in legno e la “navigazione” silenziosa che ci permette di chiacchierare mentre andiamo a spasso sull’acqua.
Nulla da fare, rientriamo, di quel “coso” ne ha abbastanza.
 
lago 01 PRIMO GIORNO
 
  lago 02
SECONDO GIORNO
Lago forza olio >>>>giro del lago!
Il gommo plana in circa 2 secondi dando pieno gas e poi togliendolo progressivamente, oppure accelerando progressivamente e senza vistose cabrate.
(Quando mi ricordo di sollevare le gomme!!!)
La potenza è idonea (20 Hp), in due è decisamente esuberante e alla massima potenza la carena mostra i suoi limiti di direzionalità. (sbanda come una vecchia spugna ‘mbriaca, dice la Corsarina)
Credo che sia sensibile alla rotazione dell’ elica.
Il motore si mantiene silenzioso anche al max, con una timbrica bassa e un po’ roca quasi si credesse un motore da corsa.
La velocità di crociera è decisamente buona, stimata tra i 12-14 nodi (occhiometricamente)
Ci godiamo la giornata e non faccio prove di modifica assetto (che ritengo migliorabile trimmando un foro in positivo).
Nell’ emergency stop non si generano onde di ritorno che entrano in pozzetto, il gommo rimane sempre asciutto!
 
Flyer 005   Flyer 006
 Scia in dislocamento veloce                                                                     Scia a velocità di crociera
 
lago 03   lago 04
 
TERZO GIORNO
Lago forza olio >>>>Giretto & smontaggio!
 
Anche oggi non faccio regolazioni, ma cerco solo di godermi la giornata, il morale comincia a risollevarsi rispetto al varo.

Questo il giretto e la velocità max, con un bel pezzo fatto in dislocamento.

lago 05

E’ arrivato il momento dell’alaggio:
Pensiero: come faccio con la salita? Mumble mumble????!!??? Ideona!!!!
Flyer 007  Flyer 008
 Ve la state ridendo vero ???
Immagino !!!

Comunque sono riuscito a fare la salita e il giro del campeggio senza apparenti sforzi.
Le gomme della rula erano già smontate, perché nel frattempo ero dovuto andare dal gommista a farle riparare, così ne ho approfittato.

CONSIDERAZIONI FINALI

A parte l’esperienza iniziale negativa, credo che:
Il gommo, per essere bello, è bello
Va bene per la navigazione costiera e di piccolo cabotaggio
Consuma poco. (nei tre giorni circa 12-15 litri in totale)
Mai spruzzi a bordo, la navigazione è stranamente asciutta
Montaggio e smontaggio pesantuccio ma fattibile. (ha senso per almeno una settimana di uso e non per gite in giornata)
Penso che le prime volte sia normale metterci più tempo, comunque 45 minuti sotto il sole "sembrano" lunghi, la sudata ENORME, lo spazio necessario ABBONDANTE.
Per il montaggio del paramezzale bisogna essere in 2, da soli la vedo tra "mission impossible" e "Totò contro Maciste"
Il problema è l'inserimento dei perni passanti (3) in cui la prua deve essere sollevata molte volte; per la messa in opera del ginocchio del trave il mio "peso" si rivela utile e sufficiente

Comunque una sudata da oltre 1 litro, e per fortuna ho il gonfiatore elettrico!!!
Lo spazio per 2 persone è buono.
La navigazione è da gommone (rimpiango la mia barchina che è tutta un altro pianeta)
La schiena duole, ma il fondoschiena di più!

Sul peso in fase di trasporto ho avuto una lezione che difficilmente dimenticherò.
La posizione dei supporti delle ruote è data dalla targa CE interna, imbullonati con 8 perni inox da 6mm e controflangiate da 4 barrette inox !!!!!

Flyer 009
 
Tutto sommato, la Corsarina, è disposta a tornare in acqua, ma solo se piatta !!!!

Quindi, sè po’ rifà !!!!

© Gommoni & Motori 2007