Bandiera Polacca

Tutto quanto riguarda la normativa nautica , patenti nautiche, assicurazioni, omologazioni e certificati per navigare in regola.
Avatar utente
Paolo62
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5424
Iscritto il: 19/11/2007, 19:04
Località: Ponte San Nicolò (Pd)

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Paolo62 » 03/05/2020, 18:09

Jachi ha scritto:Scusa, pensavo mi prendessi in giro e mi adeguavo. Ne abbiamo parlato talmente tanto che non credevo ti fosse sfuggito.

Sostanzialmente serve a navigare su un’imbarcazione iscritta e non su un natante, quindi senza gli oneri importanti connessi all’iscrizione italiana.

Non c’è controllo RINA e le dotazioni sono quelle del paese di bandiera, peraltro non controllabili dall’autorità italiana.

Gli “sbirri” possono chiedere solo la patente, il documento estero di iscrizione e l’assicurazione, ormai lo sanno e preferiscono controllare altri. Non c’è navigazione limitata dalla costa a 12 miglia come per i natanti.

Le dotazioni di sicurezza-navigazione sono nella sostanziale responsabilità del comandante che deve imbarcare ciò che ritiene opportuno (si legge zattera costiera).


Quindi è un modo per aggirare le regole legate alle dotazioni di sicurezza ?

A parte questo, non mi piace il termine "Sbirri". E' palesemente dispregiativo e, a mio modo di vedere, inopportuno in un contesto come il nostro. Io penso che i funzionari che esercitano i controlli di ogni genere, siano essi agenti di Polizia, Carabinieri, Finanzieri, andrebbero elogiati per quello che fanno e non posti all'indice.

Magari si pensa che l'obbligatorietà della zattera sia sbagliata, e su questo posso anche essere d'accordo, ma una regola è una regola e non dovrebbe essere aggirata, sarebbe come se io targassi la macchina in Svizzera così posso superare i limiti di velocità in Italia senza prendere le multe...... insomma, non lo trovo edificante.
Non avevo mai approfondito questa soluzione, pur avendo letto a più riprese di questo volontà di sventolare bandiera Belga (ed ora Polacca). Non l'avevo mai analizzata, ora capisco le ragioni e non le condivido nella maniera più assoluta.
Grazie comunque dell'informazione.





Condividi



Siamo qui per portare la nostra opinione o esperienza, non per avere ragione!
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Immagine

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Jachi
Abituale
Messaggi: 1651
Iscritto il: 22/08/2013, 11:20
Gommone: Cab Dorado 7.5
Motore: Verado 250

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Jachi » 03/05/2020, 18:15

Ho la bandiera belga dal 2014 per la polacca (o slovena) non sono esperto.

Hai certamente un numero di iscrizione che corrisponde al tuo libretto polacco.

Per il Belgio non era necessario esporlo, è obbligatorio a poppa solo il nome e il porto, ma molti amici lo hanno fatto per navigare a Venezia, quindi risolve certamente quel problema.

Diventa a tutti gli effetti un’imbarcazione con tutti i diritti connessi.

Jachi
Abituale
Messaggi: 1651
Iscritto il: 22/08/2013, 11:20
Gommone: Cab Dorado 7.5
Motore: Verado 250

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Jachi » 03/05/2020, 18:44

@Paolo62 sei fuori strada. “Sbirri” era scherzoso e virgolettato proprio per evitare ramanzine come la tua che, consentimi, è stata veramente fuori luogo.

Non ho espresso nessun disprezzo per le forze dell’ordine mai nella mia vita e di sicuro non nel mio post.

Invece, venendo alla seconda lezioncina, l’iscrizione al naviglio polacco o belga, essendo un diritto di ogni cittadino CE, è perfettamente legale e non aggira alcuna normativa. Imbarchi la zattera perché una legge te lo impone e sei padrone di farlo, a me la legge non lo impone e la imbarco solo se decido di farlo.

Senza polemica, l’esercizio di un diritto, peraltro condiviso da decine di migliaia di diportisti, non può mai essere definito elusione.

La situazione è molto diversa per le immatricolazioni auto estere, che non sono consentite visto che esiste un tempo limite per regolarizzarle in Italia. Per le barche non esiste regolarizzazione perché sono già regolari.

Elude la normativa chi compra un motore 40/70 e lo sblocca, non chi esercita il proprio sacrosanto diritto di iscrivere la barca dove vuole. Rivolgerei la mia indignazione altrove.

Avatar utente
LuigiMass
Abituale
Messaggi: 481
Iscritto il: 11/09/2016, 14:06
Gommone: in evoluzione...
Località: Lecce

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda LuigiMass » 03/05/2020, 19:13

Anch'io navigo con bandiera belga. Dopo aver tentato di immatricolare in Italia il battello in tempi ragionevoli (Italia e tempi ragionevoli- è un ottimo esempio di ossimoro-) è stato gioco-forza risolversi così. D' altra parte è (era) perfettamente legale né è stato fatto per evitare le dotazioni, riguardo alle quali viene aumentata la responsabilità del comandante. Ma la licenza di navigazione mi ha enormemente facilitato nei porti greci e albanesi, non dovendo più saltare una stagione, oppure spiegare che in Italia fino a 10 metri... Ecc. Ecc...

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Saxthemax
Il Gommonauta tirolese
Il Gommonauta tirolese
Messaggi: 14971
Iscritto il: 02/05/2005, 7:11
Gommone: Mar.Co Altura 53
Motore: Mercury F40 EFI Orion
Località: Bolzano
Contatta:

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Saxthemax » 03/05/2020, 19:49

@Jachi
Ho compreso che la locuzione "sbirri" era simpatica ma comunque rimane irrispettosa (anche se non lo volevi).

Sebbene la tua spiegazione in riferimento alla bandiera sia logica e ragionevole purtroppo non è spesso utilizzata per questioni di diritto ma semplice opportunismo....

Diciamocela tutta... molti la fanno per andarsi a fare il bagnetto a Ponza o la pescatina al largo senza avere troppe menate con buona pace di tutti...

Comprendo anche la posizione di LuigiMass dopo i racconti e le "disavventure" narrate nel forum da parte di diportisti italiani in Francia.

Onestamente a mio avviso sarebbe il momento che a livello legislativo anche i natanti ottenessero una "emersione dall'oblio" con regole meno penalizzanti (tipo niente RINA e menate varie...) ma con identificazione che sarebbe un deterrente antifurto (e antifurbo...) e ci risolverebbe problemi di natura internazionale.

Grazie comunque per averci edotto sulla possibilità e per eventuali altre "dritte" per ottenerla.
i miei gommoni....
Immagine

Avatar utente
Gobbi570
Attivo
Messaggi: 171
Iscritto il: 21/04/2019, 19:41
Barca: Rio 550 Onda
Motore: Mercury 40 Pro
Località: Umbria

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Gobbi570 » 03/05/2020, 20:15

Saxthemax ha scritto:@Jachi

Onestamente a mio avviso sarebbe il momento che a livello legislativo anche i natanti ottenessero una "emersione dall'oblio" con regole meno penalizzanti (tipo niente RINA e menate varie...) ma con identificazione che sarebbe un deterrente antifurto (e antifurbo...) e ci risolverebbe problemi di natura internazionale...


Si vede che siete giovani... io ho vissuto in piena l’epoca della iscrizione al RID sopra i 25 CV.
Veramente penalizzante sia, per il mercato del nuovo, dell’usato e per l’utilizzo.... Per non parlare dell’aspetto tributario...
All’epoca il “natantone” salvo l’intero comparto...
Auspicare un ritorno alla bandiera obbligatoria (l’iscrizione facoltativa è sempre possibile) sarebbe deleterio per l’intero comparto della piccola nautica...
Piuttosto servirebbe invece che affidassero la revisione dei rimorchi<3,5 t alle officine private...

Jachi
Abituale
Messaggi: 1651
Iscritto il: 22/08/2013, 11:20
Gommone: Cab Dorado 7.5
Motore: Verado 250

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Jachi » 03/05/2020, 20:42

Mi tengo la doppia ramanzina per “sbirri“ è chiaro che ho sbagliato, anche se involontariamente.

Ho maggiore difficoltà per la questione dell’elusione e del comportamento da furbetto di chi ha la bandiera estera.

Però siccome sono qui da sette anni per passione, non faccio polemiche e mi tengo pure lo sviatore.

Se qualcuno intendesse avere maggiori informazioni sarò pronto a fornirle.

Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10334
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Blackfin » 03/05/2020, 20:51

Avendo, all'introduzione della zattera costiera, combattuto una "battaglia contro i mulini a vento" scrivendo 8 raccomandate a tutti i Ministeri competenti per ottenere quantomeno un riesame, almeno limitato ai RIB in quanto inaffondabili, della disposizione (venne introdotta nel Regolamento della nautica per un miope "interesse di bottega" di Addetti al Settore consultati dalle "Autorità" per la compilazione dello stesso) personalmente comprendo chi risolve sotto la propria responsabilità di Comandante il problema della navigazione da 6 a 12 miglia. Pensare che basterebbe un pò di buon senso da parte dei normatori, prevedendo l'esenzione per natanti che navighino "di conserva" a distanza tale da potersi supportare a vicenda per risolvere tutti questi problemi e complicazioni che imho con la sicurezza di navigazione hanno poco a che fare.
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
U - Boot 47
Utente Onorario
Messaggi: 8444
Iscritto il: 20/12/2007, 15:09
Località: Rocca di Papa +Circeo

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda U - Boot 47 » 04/05/2020, 9:08

Blackfin ha scritto:Avendo, all'introduzione della zattera costiera, combattuto una "battaglia contro i mulini a vento" scrivendo 8 raccomandate a tutti i Ministeri competenti per ottenere quantomeno un riesame, almeno limitato ai RIB in quanto inaffondabili, della disposizione (venne introdotta nel Regolamento della nautica per un miope "interesse di bottega" di Addetti al Settore consultati dalle "Autorità" per la compilazione dello stesso) personalmente comprendo chi risolve sotto la propria responsabilità di Comandante il problema della navigazione da 6 a 12 miglia. Pensare che basterebbe un pò di buon senso da parte dei normatori, prevedendo l'esenzione per natanti che navighino "di conserva" a distanza tale da potersi supportare a vicenda per risolvere tutti questi problemi e complicazioni che imho con la sicurezza di navigazione hanno poco a che fare.


DA INCORNICIARE :bene: :clap:

Ricordo anche che molti anni addietro, possedendo un ASSO 57, per andare a Ponza dovetti immatricolare il gommone e caricarmi una zattera OLTRE le 6 miglia che era rappresentata da un catafalco del peso di ca. 40-50 KG. :wall:
Successivamente GLI STOLTI per meri fini commerciali si inventarono la zattera "costiera " etc. Possedendo la bandiera Belga da 9 anni mi ritengo felice di aver potuto risparmiare oltre 1000 EURO.
Per me la sicurezza (viaggiando per lo piu' solo ) è l'avere con me un motore ausiliario sempre perfettamente funzionante e NON un ciambellone su cui non monterei mai preferendo rimanere a bordo del mio Rib,
Se si ostinassero ad imporre questa zattera sarò sempre ben felice di poter sventolare una bandiera di altro paese.
Mapa Hutchinson+Selva 6,Alcione A+Mercury 20,Nibbio+Mercury 20,ASSO 54+Volvo P.55 poi Evinrude75,ASSO 57+Yamaha90 poi Johnson115, JB Coaster 650+Yamaha150-2t; ora 150-4t

Avatar utente
Paolo62
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5424
Iscritto il: 19/11/2007, 19:04
Località: Ponte San Nicolò (Pd)

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Paolo62 » 04/05/2020, 13:47

Jachi ha scritto:@Paolo62 sei fuori strada. “Sbirri” era scherzoso e virgolettato proprio per evitare ramanzine come la tua che, consentimi, è stata veramente fuori luogo.

Non ho espresso nessun disprezzo per le forze dell’ordine mai nella mia vita e di sicuro non nel mio post.

Invece, venendo alla seconda lezioncina, l’iscrizione al naviglio polacco o belga, essendo un diritto di ogni cittadino CE, è perfettamente legale e non aggira alcuna normativa. Imbarchi la zattera perché una legge te lo impone e sei padrone di farlo, a me la legge non lo impone e la imbarco solo se decido di farlo.

Senza polemica, l’esercizio di un diritto, peraltro condiviso da decine di migliaia di diportisti, non può mai essere definito elusione.

La situazione è molto diversa per le immatricolazioni auto estere, che non sono consentite visto che esiste un tempo limite per regolarizzarle in Italia. Per le barche non esiste regolarizzazione perché sono già regolari.

Elude la normativa chi compra un motore 40/70 e lo sblocca, non chi esercita il proprio sacrosanto diritto di iscrivere la barca dove vuole. Rivolgerei la mia indignazione altrove.


Mi dispiace tu la prenda come una "lezioncina", non lo voleva essere e non lo era. Prendo atto di questo messaggio ed anche di quello successivo sull'utilizzo del termine "sbirro", i malintesi costellano la nostra vita sociale, confido che in futuro non verrà più utilizzato. (non solo da te ovviamente !)

Per quanto riguarda la bandiera Polacca o Belga che sia, non ho espresso giudizi su chi la usa, ho solo affermato, e continuo a farlo, che non condivido il fine a prescindere dal fatto che, un buco normativo, o una "piega" legislativa lo permetta. Questo penso di poter continuare a dirlo e a scriverlo. Ecco perchè ho fatto il paragone con la targatura Svizzera, che so perfettamente non essere possibile, ma permette di non pagare le sanzioni comminate in Italia.
Qui da noi, fino allo scorso anno, circolavano migliaia di vetture con targa Romena, Slovacca, Bulgara e Ceca, guidate da persone residenti in Italia e spesso anche da Italiani sposati con cittadine di quei paesi ed auto intestate a nonni e genitori.
Questo veniva fatto principalmente perchè le polizze assicurative stipulate là valevano anche qui, ma avevano coperture ridicole e premi ovviamente, molto bassi. Poi, quando succedevano gli incidenti, chi doveva essere risarcito veniva liquidato con 2 lire !!! Non so cosa succedesse con la tassa di proprietà (bollo), ma sicuramente non lo pagavano all'Italia dove invece circolavano. Hanno scoperto il buco normativo e vi hanno posto rimedio. Ora di quelle auto ne circolano pochissime e quasi tutti si sono adeguati, circolano con targhe italiane e pagano assicurazioni italiane e la tassa di proprietà in Italia.

Ma vorrei chiarire ulteriormente. Non sono, ad esempio, assolutamente d'accordo con la possibilità di far ricorso contro le sanzioni per superamento del limite di velocità in strada. Per me, una volta che si è a conoscenza della presenza di un limite di velocità non lo si deve superare anche se non viene messo l'avviso che sulla strada stanno facendo controlli sulla velocità e/o non viene segnalato il rilevatore. E se lo si fa, e io talvolta lo faccio, si paga la multa e stop.
Qualcuno vuol fare ricorso ? Lo faccia, la legge glielo permette, io continuo a non condividere questa possibilità. E non sono quello assolutamente ligio o appiattito sulle regole imposte, ogni tanto mi prendo qualche multa, mi dò dell'asino, e pago. Ma se qualcuno mi suggerisce di far ricorso gli spiego perchè non lo farò.

Parimenti senza polemica :" l’esercizio di un diritto, peraltro condiviso da decine di migliaia di diportisti, non può mai essere definito elusione" ok, ma certo non lo si fa perchè ci è simpatica la Polonia o il Belgio e, peraltro lo hai scritto nel tuo primo messaggio:"Le dotazioni di sicurezza-navigazione sono nella sostanziale responsabilità del comandante che deve imbarcare ciò che ritiene opportuno (si legge zattera costiera)"

Vista la tua disponibilità, mi farebbe piacere conoscere le ragioni per le quali non si può più fare la bandiera Belga. Di primo acchito mi viene da pensare che sia un po' come per la questione delle targhe est-europee per le auto, ma non lo so.
Concludo, ed appositamente lo metto in fondo per dargli maggior rilievo, con lo scusarmi per aver involontariamente sollevato un po' di "polverone", non era mia intenzione. Ma vi invito a rileggere con attenzione il mio precedente messaggio e a dirmi dove avrei criticato qualcuno o impartito lezioni.
Siamo qui per portare la nostra opinione o esperienza, non per avere ragione!
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Immagine

Avatar utente
Strosek
Abituale
Messaggi: 511
Iscritto il: 14/03/2017, 15:20
Gommone: Vento 500
Motore: Yamaha F40 HETL

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Strosek » 04/05/2020, 14:48

A quanto mi risulta, il motivo per cui il Belgio ha ristretto le norme per la concessione della bandiera hanno a che fare con la crisi dei migranti ed il problema legato alle ONG. Quando qualcuno ha iniziato ad ipotizzare che i migranti salvati da una nave battente bandiera X fossero da mettere in carico allo stesso paese, il Belgio ha cambiato procedura.

Sarebbe interessante conoscere le statistiche sull'uso della zattera di salvataggio quantomeno nelle nostre acque territoriali

Jachi
Abituale
Messaggi: 1651
Iscritto il: 22/08/2013, 11:20
Gommone: Cab Dorado 7.5
Motore: Verado 250

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Jachi » 04/05/2020, 15:51

@Paolo62 per me l'incidente è chiuso.

La stretta del Belgio sulle immatricolazioni deriva dal gran polverone sollevato dall'Italia che chiudeva i porti, il Belgio non era coinvolto, ma l'Olanda si anche se solo a parole. La questione di far sbarcare i migranti nel porto di bandiera è totalmente fuori da qualsiasi ipotesi di diritto della navigazione, ma faceva un grande effetto sull'opinione pubblica. Ricorderai che prima di essere virologi e ingegneri civili gli italiani sono stati anche giuristi della navigazione.

In realtà la bandiera olandese veniva richiesta e concessa da quello che era poco più di un circolo, come la nostra Lega Navale, ma era tollerato a livello internazionale, anche se non dava un vero diritto di bandiera, come alla fine è emerso più che chiaramente, tanto che chi ha quella bandiera olandese ancora oggi è in non lievi difficoltà.

L'iscrizione belga, e quella polacca, sono invece gestite direttamente dai relativi ministeri e sono vere e proprie immatricolazioni, con tanto di numero.

Un ultimo vantaggio della bandiera estera è la possibilità di ricevere il numero MMSI che, irragionevolmente, il MISE non fornisce a chi sia sfornito dell'autorizzazione di esercizio. Rimane vietato l'uso del DSC senza abilitazione, ma, in caso di grave pericolo, io, personalmente, pagherei la multa e premerei senza nessuna esitazione quel bottone rosso.

Avatar utente
U - Boot 47
Utente Onorario
Messaggi: 8444
Iscritto il: 20/12/2007, 15:09
Località: Rocca di Papa +Circeo

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda U - Boot 47 » 04/05/2020, 16:33

Aggiungerei, salvo che io non sia stato sempre fuorilegge, che sul mio battello l'Assicurazione con relativi massimali, è ITALIANA e quindi penso nulla a che vedere con l'esempio delle auto immatricolate all'estero; anomalia che mi trova d'accordo e che giustamente è stata risolta.
Mapa Hutchinson+Selva 6,Alcione A+Mercury 20,Nibbio+Mercury 20,ASSO 54+Volvo P.55 poi Evinrude75,ASSO 57+Yamaha90 poi Johnson115, JB Coaster 650+Yamaha150-2t; ora 150-4t

Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10334
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Blackfin » 04/05/2020, 16:55

Dato che il motivo principale (ce ne sono altri importanti) per cui un diportista gommonauta decide di immatricolare in un Paese estero il proprio gommone è quello di evitare di caricarsi a bordo la zattera costiera, come evidenziato dall'amico UBoot del peso di 35-40 kg da movimentare a mano per essere utilizzato in caso di emergenza ritengo opportuno pubblicare il testo delle raccomandate che, ben 11 anni fa :roll: inviai all'allora Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, al Comando Capitanerie di Porto, al ministero del Turismo, al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, all'UCINA oltre ad associazioni Nautiche varie:

RICHIESTA A MIN. TRASPORTI.jpg



RICHIESTA A MIN. TRASPORTI 2.jpg


gli unici riscontri avuti sono stati la risposta dell'allora Sottosegretario alla presidenza del Consiglio, On. Gianni Letta che mi informava di averla trasmessa per competenza al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti (che era già in indirizzo :roll: ) e, con mia sorpresa, 4 o 5 anni fa, una telefonata di un dirigente del Ministero dei Trasporti che, dovendo rimettere mano al Codice della Nautica da Diporto, mi chiedeva chiarimenti in merito alla richiesta e l'eventuale disponibilità a rendermi disponibile per spiegare meglio la richiesta di modifica. Data la mia personale disponibilità, da allora non ho saputo più nulla. Il Codice come noto è, in seguito, stato aggiornato con Decreto Legislativo 3 novembre 2017, n. 229.
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
sibea
Abituale
Messaggi: 383
Iscritto il: 25/01/2013, 11:49
Località: roma

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda sibea » 04/05/2020, 18:39

da conoscente e amico di Jachi devo dire quanto segue, è una persona di una correttezza e di una onestà intellettuale senza paragoni. chi lo conosce lo stima e lo ammira.

max :D

Jachi
Abituale
Messaggi: 1651
Iscritto il: 22/08/2013, 11:20
Gommone: Cab Dorado 7.5
Motore: Verado 250

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Jachi » 04/05/2020, 20:10

Grazie Max,

siamo tutti amici ed è solo stata un’incomprensione.

Ciao

Avatar utente
Paolo62
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5424
Iscritto il: 19/11/2007, 19:04
Località: Ponte San Nicolò (Pd)

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Paolo62 » 04/05/2020, 21:40

Jachi ha scritto:@Paolo62 per me l'incidente è chiuso.

La stretta del Belgio sulle immatricolazioni deriva dal gran polverone sollevato dall'Italia che chiudeva i porti, il Belgio non era coinvolto, ma l'Olanda si anche se solo a parole. La questione di far sbarcare i migranti nel porto di bandiera è totalmente fuori da qualsiasi ipotesi di diritto della navigazione, ma faceva un grande effetto sull'opinione pubblica. Ricorderai che prima di essere virologi e ingegneri civili gli italiani sono stati anche giuristi della navigazione.

In realtà la bandiera olandese veniva richiesta e concessa da quello che era poco più di un circolo, come la nostra Lega Navale, ma era tollerato a livello internazionale, anche se non dava un vero diritto di bandiera, come alla fine è emerso più che chiaramente, tanto che chi ha quella bandiera olandese ancora oggi è in non lievi difficoltà.

L'iscrizione belga, e quella polacca, sono invece gestite direttamente dai relativi ministeri e sono vere e proprie immatricolazioni, con tanto di numero.

Un ultimo vantaggio della bandiera estera è la possibilità di ricevere il numero MMSI che, irragionevolmente, il MISE non fornisce a chi sia sfornito dell'autorizzazione di esercizio. Rimane vietato l'uso del DSC senza abilitazione, ma, in caso di grave pericolo, io, personalmente, pagherei la multa e premerei senza nessuna esitazione quel bottone rosso.


Ti ringrazio della spiegazione. Quindi un altro motivo per ringraziare Salvini :ah: Circa l'incidente, che sono più propenso a definire incomprensione,..... vale lo stesso anche per me !
Circa le anomalie dei nostri codici ........ beh ve ne sono realmente tantissime. Rimanendo in ambito nautico spero che l'attuale definizione e gestione di "natante" sparisca al più presto. L'esistenza di un qualcosa che può costare centinaia di migliaia di Euro, che potenzialmente può essere un veicolo per molte forme di delinquenza (leggasi contrabbando, emigrazione clandestina ecc.) e pericolo e che non sia identificabile e riconducibile ad una persona che ne sia responsabile è veramente un assurdo. E li quindi niente MMSI, niente targhe, o meglio targhe "zonali" giusto per ingenerare confusione e sovrapposizioni. Ma non mi infilo neanche in un approfondimento di questo tipo che mi porterebbe anche ad una disamina dell'aspetto fiscale di questo stranissimo comparto. In un paese che, di fatto, tassa solo i redditi da lavoro e la produzione mi tirerei addosso chissà quali improperi. :mrgreen:
Siamo qui per portare la nostra opinione o esperienza, non per avere ragione!
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Immagine

Avatar utente
Saxthemax
Il Gommonauta tirolese
Il Gommonauta tirolese
Messaggi: 14971
Iscritto il: 02/05/2005, 7:11
Gommone: Mar.Co Altura 53
Motore: Mercury F40 EFI Orion
Località: Bolzano
Contatta:

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Saxthemax » 05/05/2020, 7:47

Come non quotare al 100% per parole di Paolo!!!!

:clap:

E non perchè lo considero un saggio amico ma perchè ha centrato nel segno il problema...

nel suo passaggio

Paolo62 ha scritto:L'esistenza di un qualcosa che può costare centinaia di migliaia di Euro, che potenzialmente può essere un veicolo per molte forme di delinquenza (leggasi contrabbando, emigrazione clandestina ecc.) e pericolo e che non sia identificabile e riconducibile ad una persona che ne sia responsabile è veramente un assurdo.


è condensata l'essenza del problema!!!

Per rispondere a Gobbi570 vorrei che smettessimo di nasconderci dietro vecchie ed obsolete pratiche che nel 2020 si possono snellire e semplificare benissimo, come esiste la targhetta dei ciclomotori può esistere quella per i natanti e non mi sembra che il mercato dei ciclomotori sia morto per questo....
Se poi bisogna aver paura di "registrare" un bene che può valere anche decine di migliaia di euro per altri motivi meglio soprassedere....
Sono abbastanza "anziano" per ricordarmi quando pagavamo la tassa di stazionamento annuale per il Callegari da 3,20 mt ed anche allora non mi sembra sia mai morto nessuno... e di battellini in giro forse ce ne era più di oggi...

Una semplice "anagrafe digitale" dei natanti con contrassegno identificativo ci toglierebbe un sacco di seccature quando andiamo all'estero e ci permetterebbe di assicurare in maniera ancora più semplice i nostri battelli.

Sul discorso che la zattera costiera sia una aberrazione per i battelli pneumatici è anni che lo diciamo in tutte le salse magari questa sistemazione che inevitabilmente porterà una crisi nel comparto nautico sarà l'occasione per fare presente la cosa a chi di dovere e tentare di far modificare una insulsa normativa... in fondo se sono riusciti a far "riammettere" l'E-Tec tra i "senza patente" magari riusciamo a far riconosce a qualche illustre "esperto" che un battello gonfiabile non necessita di un ulteriore battello gonfiabile per emergenza....

:d:
i miei gommoni....
Immagine

miglio78
Abituale
Messaggi: 1011
Iscritto il: 09/11/2016, 14:09
Gommone: novamarine hd seven
Barca: marshall2 m80rm mercury 40 efi
Motore: mercury verado 200
Località: latina lido

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda miglio78 » 05/05/2020, 9:22

Quoto anche io il vostro discorso non fa una piega :bene:

Ricordate nella fine anni 90 inizi 2000 c era il mezzo collettivo di salvataggio...altra cavolata immensa però dovevi averla a bordo
novamarine hd seven verado 200

Jachi
Abituale
Messaggi: 1651
Iscritto il: 22/08/2013, 11:20
Gommone: Cab Dorado 7.5
Motore: Verado 250

Re: Bandiera Polacca

Messaggioda Jachi » 05/05/2020, 9:23

A me sembra che non sia stata questa la preoccupazione principale delle organizzazioni di settore che erano state interpellate per riformare la nautica da diporto.

Credo che l'occasione fosse quella ed è andata. Peraltro sono disponibile a firmare ogni tipo di petizione per avere un identificativo di ogni natante in giro, ma chi conta, che sono le associazioni di costruttori, vuole il mercato completamente libero, vuole vendere il gommone anche a chi fino al momento prima è stato su uno spalaneve, ed è scarsamente interessato a modifiche che comportino maggiore controllo.

Noi utenti, al contrario, siamo stati capaci di lamentarci persino con le registrazioni gratuite di pesca. La nostra privacy.

Finché mi sarà possibile, non potendo lasciare io l'Italia, registrerò la barca dove mi sarà (legalmente) più conveniente.

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Normativa Nautica e Assicurazioni per natanti ed imbarcazioni”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti