Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Le Avventure, le Navigazioni, le Crociere, i Raid , le Vacanze e le foto dei nostri gommoni durante le nostre attività ACQUATICHE
Avatar utente
gambocat
Abituale
Messaggi: 1301
Iscritto il: 25/09/2011, 8:51
Barca: Akes 22 Gambocat by Aqa Aluminium Boat
Motore: Suzuki 175
Località: Brianza & 5 Terre

Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda gambocat » 04/10/2019, 20:12

Quest’anno la nostra vacanza di navigazione ha lasciato la scia dell’elica tra le isole croate. E’ forse la destinazione più raccontata e postata nel Forum, quella che nel web gode di maggiore copertura informativa (anche se più per il diporto velico che per quello a motore), ma comunque non vi è davvero nulla da scoprire e conoscere che non sia a portata di clic per porti, servizi, tratte consigliate, cose da vedere, evitare, assaggiare, suggerimenti potabili e non.

FIORDO A SUD DI VIS.jpg
FIORDO A SUD DI VIS.jpg (324.49 KiB) Visto 6022 volte


Durante la preparazione della crociera mi sono letto diversi post e vi sono gommoforumisti che sanno riconoscere in foto una remota isola croata da una rada, un’insenatura, un gavitello, un particolare. Anche per questa ragione non avremo la presunzione di portare informazioni o suggerimenti nuovi.

In questo post raccontiamo “la nostra Croazia” per come l’abbiamo navigata, vista, vissuta, toccata nell'agosto del 2019, portando la nostra esperienza che avrebbe potuto essere certamente diversa se avessimo fatto la crociera nel 2018 o magari l’anno prossimo.

GAMBOCAR E GAMBOCAT ON THE ROAD.jpg
GAMBOCAR E GAMBOCAT ON THE ROAD.jpg (227.64 KiB) Visto 6022 volte


Pazienza, prenderemo quello che il destino e il mare hanno fatto correre quest'anno davanti ai nostri occhi, sulla pelle delle nostre emozioni, scorrere sotto la nostra chiglia e saranno gli esperti di Croazia a integrare, completare o contraddire quello che eventualmente abbiamo vissuto.

Il nostro percorso Otok by Otok ha avuto sin dall'inizio l’obiettivo di essere il più possibile orientato “more sea then land and human…”. A differenza di altre nostre crociere dove abbiamo cercato di equilibrare navigazione e visite a terra, stavolta volevamo sfruttare i giorni a disposizione per una full immertion di mare, quindi, tranne per pochi luoghi che ci eravamo prefissati (ad es Dubrovnik) la priorità era la navigazione raminga tra le isole il più possibile in CN e autonomia.

VENEZIA.jpg
VENEZIA.jpg (209.7 KiB) Visto 6022 volte


Le condizioni meteo-marine non sono state così malvagie per cui abbiamo potuto restare in rada libera molto più di quello che avevamo ipotizzato e abbiamo zig zagato oltre quanto pianificato. Un sincero ringraziamento va a Giorgio che è un grande conoscitore di CN in Croazia e nel periodo primaverile ci ha fornito di informazioni molto accurate e vissute in tanti anni direttamente da lui e Licinia, consigliandoci un percorso di massima, oltre che dritte importanti sulla navigazione tra le isole, i luoghi dove fare CN, l’accesso ai servizi per benzina, acqua, cambusa. E' stato poi un grande piacere navigare insieme a loro gli ultimi giorni di vacanza.

IN RADA A ILOVIK.jpg
IN RADA A ILOVIK.jpg (140.05 KiB) Visto 6022 volte


Come sempre abbiamo impostato una navigazione solitaria ma che ha avuto la possibilità di essere valorizzata da incontri con tanti amici, a volte pianificati a volte imprevisti. Anche grazie ai loro suggerimenti abbiamo potuto migliorare la nostra rotta che non aveva la presunzione di vedere “tutto il the best della Croazia”, ma abbiamo fatto comunque del nostro meglio.
Ora che siamo tornati sappiamo bene dove puntare la chiglia per le prossime navigazioni in quel mare fatto di isole ovunque aventi una forte attrazione per il CN totale.

DUBROVNIK.jpg
DUBROVNIK.jpg (238.08 KiB) Visto 6022 volte


Di seguito alcuni numeri, indicatori, costi che possono dare un’idea a chi volesse pianificare una navigazione simile:

Abbiamo percorso 1.010 mn, di cui 532 mn da Venezia (Nautica Bondante) a Dubrovnik (ACI Marina) e 478 mn nella rotta di ritorno. Nelle immagini che seguono potete rilevare:

- IN VERDE LA ROTTA DI ANDATA VENEZIA / DUBROVNIK
- IN ROSSO LA ROTTA DI RITORNO DUBROVNIK / VENEZIA

ROTTA 1.jpg
ROTTA 1.jpg (158.15 KiB) Visto 6022 volte


ROTTA 2.jpg
ROTTA 2.jpg (129.53 KiB) Visto 6022 volte


ROTTA 3.jpg
ROTTA 3.jpg (177.58 KiB) Visto 6022 volte


ROTTA 4.jpg
ROTTA 4.jpg (201.71 KiB) Visto 6022 volte


18 giorni di navigazione, 17 notti passate a bordo. Circa 500 € totali per spese di cambusa e cene a terra (3 a Tisno, Dubrovnik, Novalja).

Notti in rada: Ilovik, Baia Pantera (Dugi Otok), Veli Budikovac (Vis), Tri Luke (Corsula), Jurieva Luka (Lastovo), Vrboska (Hvar), baia a sud di Ugljan, Uvala Cifnata (Rab), Otocic Fraskeric (Pula).

Notti al gavitello: Novigrad, Skarda (media 10 € / notte).

Notti in porto: Jezera (2), Dubrovnik (2), Novalja (media 40 € / notte).

Notti al pontile: Okuklje (Mljet).

Benzina consumata: 1.270 litri (media 1.30 €/litro, acquistato sempre in banchina).

Deposito auto e carrello, con varo e alaggio imbarcazione: 220 €

Velocità di crociera: 20 / 22 kn a 4.000 / 4.200 rpm (1 litro / mn con mare normale, 1,3 litri / mn con mare formato).

Indicativamente trovato 40% di mare normale e 60% formato, quest’ultimo soprattutto in tutte le tratte delle isole del sud e nel ritorno da Olib fino a Venezia per evento di bora.

Peso imbarcazione con attrezzatura completa ed equipaggio: 23 qli

Per altre informazioni tecniche sull’Aqa 22 Gambocat: viewtopic.php?f=115&t=26828

Modifiche effettuate all'imbarcazione per questa crociera: aggiunto nel pozzetto di poppa un serbatoio floscio per acqua potabile da 55 litri.

Nel racconto che segue scorreranno libere considerazioni su quello che abbiamo vissuto e navigato, accompagnate da commenti e foto che volentieri potranno essere integrate degli amici che abbiamo incontrato.

E giusto che saremo sull'argomento, magari scapperà anche qualche riflessione rispetto ad alcune constatazioni, differenze, valori aggiunti della navigazione in CN tra Croazia, Corsica, Sardegna e Sicilia. Il tutto in attesa asap di puntare la prua su Grecia e dintorni…

Buona elica!

TRAMONTO A BAIA PANTERA.jpg
TRAMONTO A BAIA PANTERA.jpg (120.73 KiB) Visto 6022 volte
Ultima modifica di gambocat il 06/10/2019, 12:45, modificato 1 volta in totale.





Condividi



La vita gira finché gira l'elica, ma la gira per nagott se ta ghe mea la un timon: http://www.youtube.com/channel/UCqT6gelhUjIKrN4AFvRCJbw

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Jachi
Abituale
Messaggi: 1567
Iscritto il: 22/08/2013, 11:20
Gommone: Cab Dorado 7.5
Motore: Verado 250

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda Jachi » 04/10/2019, 20:21

Eccomi qui a seguire

Avatar utente
JEBO
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10443
Iscritto il: 08/01/2009, 21:53
Gommone: MAR SEA 100 CM.
Motore: MERCURY 115HP. 4T.
Località: BOLOGNA- 6 Settembre 1942
Contatta:

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda JEBO » 04/10/2019, 21:15

Bella Davide , )a( )a( Come tuo solito, avete fatto rotte, mète ......e,compagnie, sempre al top )d( :halo:
Come ho già avuto modo di dirti, hai una compagna eccezionale , una barca .....wow. :lov
Perciò l'unica cosa che mi sento di consigliarti è quella di fare un altro anno in Croazia ( anche se Mass 68 farà di tutto per sconsigliarti :ah: ) ci sono ancora tante isole, isolette fiumi da far navigare la tua AQA
:d:
Ps. non penserai di cavartela così !! frusta
visto che lo chiedi , allego alcune foto a testimonianza dei numerosi amici trovati girovagando :wink:
IMG_4736.jpg
IMG_4742.jpg
IMG_4738.jpg
IMG_4763.jpg
IMG_4745.jpg
IMG_4787.jpg
IMG_4787.jpg (195.9 KiB) Visto 5995 volte
Lomac 2001- Marshall 60- Marshall 80 ( il 4,40 poi il 4,60 ) - Marshall 90 - Marsea 100. " You only live twice....one life for you, and one for your dreams " canale youtube mauro.mezzinivideo

Avatar utente
Francomaffio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5484
Iscritto il: 17/02/2013, 11:41
Gommone: MV620
Motore: Suzuki 140
Località: Dalmine (BG)

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda Francomaffio » 04/10/2019, 22:12

:bene: Evvai Davide, preso birra e patatine, siamo pronti! :b:
:ceer:
Bombard 380 - Zar 43 . MV 620

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
sansacs
Fire Fighter
Messaggi: 9200
Iscritto il: 24/09/2007, 14:01
Gommone: SACS 530 IT
Motore: EVINRUDE E-TEC 90
Località: UDINE

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda sansacs » 05/10/2019, 10:34

Io anche le noccioline :bene: :d:

Avatar utente
ale70
Abituale
Messaggi: 2145
Iscritto il: 23/03/2010, 20:19
Gommone: Nuova Jolly Prince 23 Cabin
Motore: Honda BF 250
Località: padova

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda ale70 » 05/10/2019, 17:50

Francomaffio ha scritto::bene: Evvai Davide, preso birra e patatine, siamo pronti! :b:
:ceer:



no Franco! devi smetterla con quelle cose...sai che fanno male!!

Gambo, come sempre il tuo racconto è molto atteso!! da gustare piano piano... :b: :b: :b:
"sembrerà paradossale ma la condizione per discutere è essere d’accordo"

Avatar utente
clauding76
Abituale
Messaggi: 1805
Iscritto il: 06/03/2011, 8:12
Gommone: Nautica Led Gs 590
Motore: Suzuki df 140
Località: Bareggio (mi)

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda clauding76 » 06/10/2019, 10:34

Vai Gambo io e kla pronti alla lettura )212( )212(

:d: roby
Quick silver 2,70 dal 2007 al 2012 https://ibb.co/jnjn0q
Cm boat 3,60 dal 2013 al 2014 https://ibb.co/nCMs0q
Selva 540 dal 2014 al 2017 https://ibb.co/mxt5Lq
Nautica Led 590 dal 2018 https://ibb.co/k3QkLq

Avatar utente
Akeswins
Doppio rhum e una lattina...
Doppio rhum e una lattina...
Messaggi: 16253
Iscritto il: 30/04/2005, 19:49
Gommone: Vento 500
Barca: Akes 23
Motore: F60 EFI - 250 Optimax XS
Località: S. John of Sinis
Contatta:

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda Akeswins » 06/10/2019, 10:50

Innanzitutto.. belle foto! :bene:
Alessandro - Vento 500 con F60 EFI + Akes 23 con 250 Optimax XS , ex Colombo 27 con 2 x 260 mercruiser
Immagine

http://www.akesdesign.it

Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10270
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda Blackfin » 06/10/2019, 23:05

Ti leggo sempre volentieri. Vai Davide!
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
Jonathan
Abituale
Messaggi: 3817
Iscritto il: 23/03/2007, 14:56
Gommone: stilnautica 560
Motore: evinrude 90CV 2T
Località: cornaredo (milano)

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda Jonathan » 07/10/2019, 9:14

vai davide )212( e da un po' che penso di tornare in croazia per vedere i cambiamenti che ci sono stati negli anni. l'anno prossimo credo sia la volta buona, quindi ti seguo con molto interesse sapendo che vai a spulciare luoghi ancora poco conosciuti. :bene:
jonathan (1974 laros pirelli) 76 alcione 82bat5 cormoran86 bat 6 iguana 88 floating motomar 92 medimar 95 sidra swing 97 acquaviva21cabin 2004 pausa di riflessione .ritorno al gommone2005jokerboat24 braket 2 johnson 4t 115cv 2014 stilnautica 560 mot.evinrude 90 cv 2t.

Avatar utente
gambocat
Abituale
Messaggi: 1301
Iscritto il: 25/09/2011, 8:51
Barca: Akes 22 Gambocat by Aqa Aluminium Boat
Motore: Suzuki 175
Località: Brianza & 5 Terre

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda gambocat » 09/10/2019, 12:56

VENEZIA - VELI RAT

Come è noto le nostre armatrici hanno modalità e social per sentirsi, scriversi, parlarsi in maniera continuativa H24 7/7 ed è per me sempre un mistero capire cosa abbiano di così importante da dirsi senza esaurire gli argomenti. E pensare che non parlano di eliche, flap, chiglie, tubolari, vetroresina, alluminio, miglia, motori, etc. Boh, evidentemente mi sfugge qualcosa ma quello che ogni volta mi lascia basito è che poi quando si vedono dal vivo non è che manchino gli argomenti, anzi…

Vabbè, un aspetto positivo di questo ininterrotto dialogare all’infinito è che tramite questa rete sono venuto a conoscenza dagli Alsacs dell’esistenza della Darsena Bondante (http://www.darsenabondante.it/) di Malcontenta – Mira, quale punto logistico per lasciare auto e carrello in laguna beneficiando inoltre delle operazioni di varo e alaggio.

PARKING DARSENA BONDANTE.jpg
PARKING DARSENA BONDANTE.jpg (205.65 KiB) Visto 5495 volte


Contattati per tempo e prenotato, arrivati in loco, trovato spazi e servizi no limits, tanta roba. Darsena Bondante voto 9, grazie Alberto e Marilena!

MOLO DARSENA BONDANTE.jpg
MOLO DARSENA BONDANTE.jpg (215.95 KiB) Visto 5495 volte


Tutto bene fino a ingranare la manetta dal molo, poi subito partenza in salita:

- Causa bassa marea i fondali della rete di canali pescavano un paio di spanne di acqua e nel poco spazio dragato l’elica lavorava mezza fuori e mezza dentro in un turbinio di melma e schiuma. Comunque sotto gli occhi straniti di aironi e fenicotteri arriviamo “a passo di leopardo” almeno nel Canale Bondante e l’ansia finisce con l’aumentare del pescaggio segnalato dal Raymarine.


VERSO IL CANALE PETROLI.jpg
VERSO IL CANALE PETROLI.jpg (149.47 KiB) Visto 5495 volte


- Poco dopo, a qualche centinaia di metri dall’imbocco del Canale dei Petroli ci ferma la pilotina dei Vigili: obiettivamente andavamo oltre i 3 km orari e facendo il turista milanese ignaro e idiota mi sono scusato per la confusione tra chilometri e nodi, sa è la prima volta in laguna, da che parte è Venezia… ma di fatto quello che temevo era che la targa del Lago Maggiore in piena vista aprisse i soliti contenziosi. E come noto io sono partigiano dell’approccio “un paese una barca una targa”. Invece nulla, qualche rimprovero su turisti e regole, commenti positivi sul design dell’imbarcazione, buoni consigli per arrivare alla Giudecca, tranquilli non vado oltre i 3 km orai, giuro non lo dirò a nessuno che non mi avete multato perché non ho la targa LV!

LE BRICOLE CHE ACCOMPAGNANO ALLA GIUDECCA.jpg
LE BRICOLE CHE ACCOMPAGNANO ALLA GIUDECCA.jpg (104.04 KiB) Visto 5495 volte


Come sempre l’emozione di entrare a Venezia è grande: passare davanti al Redentore, transitare nel bacino di San Marco, uscire da Punta Sabbioni e poi puntare la prua a est. Una magia a cui non ci si abitua.

IL BACINO DI SAN MARCO A VENEZIA.jpg
IL BACINO DI SAN MARCO A VENEZIA.jpg (166.89 KiB) Visto 5495 volte


IL MOSE A PUNTA SABBIONI.jpg
IL MOSE A PUNTA SABBIONI.jpg (158.9 KiB) Visto 5495 volte


Dovendo arrivare in Croazia via mare restava da fare il fatidico documento di uscita: avevo contattato i Carabinieri e la Capitaneria a Venezia ma tra orari, difficoltà di attracco e accessibilità agli uffici avremmo perso come minimo mezza giornata. Volevo evitare di arrivare fino a Grado come la volta precedente e quindi ho opzionato i Carabinieri di Caorle che già per telefono si sono dimostrati molto easy.

Dopo una decina di miglia passando davanti al Cavallino, Jesolo, Eraclea svolta a sinistra nella foce del Livenza con la prua contro una forte corrente in uscita. Imboccato a destra il Canale dell’Orologio ripercorriamo volentieri un tratto della litoranea Venezia – Grado navigata due anni fa (viewtopic.php?f=9&t=26004)

Breve sosta al molo intanto che Elena va e torna dalla caserma dei Carabinieri, poi ripartenza con waypoint fissato a Umago per la breve traversata di 28 mn in strumentale perché la foschia non da riferimenti della terra, che anche alla nostra poppa scompare abbastanza velocemente dopo un paio di miglia.

IL PORTO CANALE DI CAORLE.jpg
IL PORTO CANALE DI CAORLE.jpg (237.85 KiB) Visto 5495 volte


Mare calmo, poca corrente da nord est: è ufficiale, ora comincia la vacanza. Manetta a 22 nodi in modalità “finalmente ci siamo” e trim a ¾ su “non ci sembra vero”. Si aspetta questo momento preparandolo per mesi e pare non arrivare mai, invece come ogni anno torna e soddisfa con la scia la nostra passione, godendoci d’ora in poi ogni attimo della navigazione.

Un’oretta ed ecco che Umago appare a tiro di salpancora. All’ultimo passaggio mi avevano ritirato la carta d’identità… chissà come butterà oggi. Formalità di polizia sbrigate velocemente, invece oltre alla tassa di soggiorno di 476 Kn veniamo “premiati” anche con una piacevole tassa di soggiorno di 450 Kn (60€ ca). Cortesemente chiedo di cosa si tratti e scopro che avendo un “cabinato” (!!??!!) è come se pagassi la tassa in una stanza d’hotel o simili. Mah, quindi la applicano anche a chi ha la tenda, la maggiolina, il caravan o simili!? Non che mi consoli aver sentito che il velista prima di me ha pagato 4 volte tanto, però visto che siamo in vena di parallelismi né in Corsica né in Sardegna o Sicilia ci troviamo questo balzello. Quindi 0 a 1, Croazia in svantaggio.

Non è tardi ma siamo partiti alle 5 da Milano, per domani il meteo è buono quindi maciniamo 7 miglia per arrivare a Novigrad dove facciamo il pieno di benza, ci posizioniamo al gavitello nella parte protetta dagli scogli del porto e passiamo la serata con un tramonto sempre più da cartolina. Il posteggiatore che arriva a ritirare i 10 euro del gavitello non risparmia la domanda: ma non avete il tender? Quindi non scendete la sera in paese? No grazie buonuomo, abbiamo già dato, passiamo 11 mesi l’anno nel casino la fuori…

TRAMONTO A NOVIGRAD.jpg
TRAMONTO A NOVIGRAD.jpg (112.23 KiB) Visto 5495 volte


L’indomani partenza sul presto, sosta a Rovigno per il rifornimento della cambusa del fresco ipotizzando che nei prossimi due – tre giorni saremo raminghi tra le isole ed è subito 1 a 1, Croazia in pareggio. Provate voi nella settimana di ferragosto a trovare posti di attracco liberi anche solo per mezz’ora nei porti sardi, corsi e siculi.

ROVIGNO ALL'ALBA.jpg
ROVIGNO ALL'ALBA.jpg (148.51 KiB) Visto 5495 volte


Per non parlare delle Eolie, Egadi, Maddalena, Giraglia, Bonifacio, Carloforte, etc. O sono a pagamento o proprio neanche in seconda o terza fila. Invece in Croazia abbiamo sempre trovato la possibilità di ormeggiare in sicurezza il tempo necessario per fare spesa ovunque, ma anche per visitare con calma il paese (Vrboska, Rab, Silba, Uble, etc).

ROVIGNO.jpg
ROVIGNO.jpg (166.36 KiB) Visto 5495 volte
Ultima modifica di gambocat il 09/10/2019, 18:58, modificato 2 volte in totale.
La vita gira finché gira l'elica, ma la gira per nagott se ta ghe mea la un timon: http://www.youtube.com/channel/UCqT6gelhUjIKrN4AFvRCJbw

Avatar utente
gambocat
Abituale
Messaggi: 1301
Iscritto il: 25/09/2011, 8:51
Barca: Akes 22 Gambocat by Aqa Aluminium Boat
Motore: Suzuki 175
Località: Brianza & 5 Terre

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda gambocat » 09/10/2019, 13:13

Stavolta nessuna motovedetta ci ha minacciato alle Brioni, sosta per un bagno a Uvala Soline poi il Quarnaro con onda al traverso ma senza preoccupazioni: la protezione dell’air top da sole e vento e delle murate dagli spruzzi lasciano alla chiglia dell’Aqa 22 la voglia di mangiarsi l’onda.

SOSTA A UVALA SOLINE.jpg
SOSTA A UVALA SOLINE.jpg (148.83 KiB) Visto 5569 volte


Le 18 miglia scorrono veloci e decidiamo di infilarci in uno dei fiordi caraibici di Unije per bagno, spuntino e pennica che rappresentano un appuntamento classico della giornata visto che è nostra abitudine partire sul presto al mattino per macinare miglia e avere il pomeriggio in relax e visite.

ROTTA E DATI DI NAVIGAZIONE DEL QUARNARO.jpg
ROTTA E DATI DI NAVIGAZIONE DEL QUARNARO.jpg (129.11 KiB) Visto 5569 volte


Unije, Lussino, Cres, Susak le avevamo visitate per bene due anni fa. L’opzione è tra il fermarsi stanotte in rada qui in questo azzurro abbagliante oppure proseguire.

BAIA AD UNIJE.jpg
BAIA AD UNIJE.jpg (175.42 KiB) Visto 5569 volte


Siamo a inizio pomeriggio e nei prossimi giorni dovrebbe essere buono, decidiamo quindi di visitare qualcosa di nuovo a sud, per cui ancora su, sosta rapida a Lussino per il pieno di benzina e proseguiamo a tappe verso Ilovik.

UNIJE.jpg
UNIJE.jpg (271.37 KiB) Visto 5569 volte


Qui l’intenzione era di restare al gavitello nel canale con Otok Sveti Petar ma erano tutti occupati e c’era la coda delle barche in attesa già prima dell’imboccatura. Per cui puntiamo nella baia a sud dell’isola affacciata davanti a una lunga spiaggia che è peraltro riparata dal poco vento previsto da nord per la notte.

IN RADA A ILOVIK.jpg
IN RADA A ILOVIK.jpg (131.83 KiB) Visto 5569 volte


Prima rada in Croazia, tramonto e alba da spettacolo, nuotata rigenerante al mattino presto e rotta su Morovnik non dopo aver visto sfilare zigzagando tra le barche il gommomarket con pane fresco, brioche, olio, verdura. Raga siamo al top!

NUOTATA MATTUTINA A ILOVIK.jpg
NUOTATA MATTUTINA A ILOVIK.jpg (140.4 KiB) Visto 5569 volte
La vita gira finché gira l'elica, ma la gira per nagott se ta ghe mea la un timon: http://www.youtube.com/channel/UCqT6gelhUjIKrN4AFvRCJbw

Avatar utente
gambocat
Abituale
Messaggi: 1301
Iscritto il: 25/09/2011, 8:51
Barca: Akes 22 Gambocat by Aqa Aluminium Boat
Motore: Suzuki 175
Località: Brianza & 5 Terre

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda gambocat » 09/10/2019, 13:22

Stamani mare olio e arriviamo a Morovnik dove l’unico equipaggio che troviamo è chiaramente sopravvissuto a Woodstock… Acqua, fondale e contesto magnifici nel sole che comincia a scaldare, ma nel giro di un paio d’ore il bacino trasparente si satura di imbarcazioni provenienti soprattutto da Pag, in gran parte italiani e diversi del Club del Gommone di Milano.

ISOLA DI MOROVNIK.jpg
ISOLA DI MOROVNIK.jpg (115.49 KiB) Visto 5499 volte


Dopo il rito dei bagni e due passi a terra proseguiamo girando intorno a Olib, passando la mattinata nelle baie e est e a sud dell’isola.

MOROVNIK.jpg
MOROVNIK.jpg (168.66 KiB) Visto 5499 volte


Nel nostro girovagare croato non abbiamo obblighi di tappe o mete prefissate: l’auspicio sarebbe quello di raggiungere Dubrovnik ma sappiamo bene che se il mare o il meteo si metteranno di traverso anche quella destinazione potrebbe essere un’opzione. La sicurezza il relax e il divertimento prima di tutto. Nell’andare verso sud vorremmo comunque seguire la dorsale delle isole esterne puntando verso le Kornati.

BAIA A SUD DI OLIB.jpg
BAIA A SUD DI OLIB.jpg (192.19 KiB) Visto 5499 volte


Ragion per cui da Olib ci spostiamo verso Skarda dove sono davvero pittoresche le isole Grebeni a forma di schiena di dinosauro! Ci infiliamo in dislocamento osservando la costa tra Premuda e Skarda per poi girare l’isola e continuare verso Ist. Qui la baia Siroka ci sembra protetta ma troppo gettonata da altre chiglie per restarci la notte.

ISOLE GREBENI.jpg
ISOLE GREBENI.jpg (190.13 KiB) Visto 5499 volte


Per ora i siti meteo ci stanno beccando ma non sarà sempre così soprattutto nelle isole meridionali. Noi per la notte ci siamo date delle piccole regole: come prima scelta puntiamo alla rada ma a condizione di cercarla / trovarla per tempo a metà pomeriggio e verificare bene fondale e dintorni. Meglio se non molto affollata, anche se a dire il vero di completamente vuote da imbarcazioni ne abbiamo viste poche di rade in Croazia. Nel dubbio che il meteo butti così così valutiamo il gavitello ma se appena appena sappiamo che è atteso qualcosa di importante per la notte per noi la scelta è il porto. Senza se e senza ma. E’ vero che questa imbarcazione è nata per essere “il gommone che non c’è” dandoci maggiore protezione, spazi chiusi, sicurezza e gestione delle condimeto avverse, ma abbiamo già dato e provato, siamo in vacanza per cui relax e security first.

TRA SKARDA E IST.jpg
TRA SKARDA E IST.jpg (192.96 KiB) Visto 5499 volte


Costeggiamo Otok Molat e il rosario di piccole isolette esterne per arrivare fino al relitto a nord di Dogi Otok. Tra le canoe e i bagnanti non che si veda molto di quello che invece appare nelle immagini viste in internet, con la prua dell’imbarcazione ancora affiorante dall’acqua.

Relitto che per poco ci manca di vedere in diretta entrando a Baia Pantera: il comandante di una barca a vela, evidentemente frettoloso, ha preferito tagliare dritto verso Veli Rat senza aggirare il ben segnalato ingresso nella baia. Risultato l’equipaggio era a sbracciare per attirare l’attenzione delle barche in transito e cercare di togliersi dal fondale su cui si era incagliata la sua deriva. Non che fossimo gli unici in transito, ma evidentemente quelli che si sono prestati a capire se qualcosa non andava…

La faccio breve: c’era corrente, il fondale pescava poco più di un metro, la moglie gli aveva detto di non passare da li e l’aveva ripetuto ininterrottamente anche a noi già circa 75 volte… E’ bastato poco per capire che sulla barca a vela non fossero dei geni nella navigazione e men che meno nella gestione di quella situazione.

Morale: posizioniamo non senza fatica le cime tra le due imbarcazioni e quel testone del Suzuki nonostante i suoi poveri 175 cavalli ha dimostrato ancora di essere quel mulo che è: tira di qui, tira di la, fate tacere sta donna o ce ne andiamo davvero e vi lasciamo li dove siete, ha poi trainato fuori dai casini e rimesso in navigazione l’italianissima “Era Ora”… tra ringraziamenti e promesse da marinaio per vederci la sera al bar e offrirci l’impossibile!!!

TRAINA BARCA VELA INCAGLIATA A VELI RAT.jpg
TRAINA BARCA VELA INCAGLIATA A VELI RAT.jpg (177.03 KiB) Visto 5499 volte


Serata tranquilla, Baia Pantera molto suggestiva con l’atollo di conchiglie e dividerla dal mare aperto, aggiungiamoci che anche l’omino dislocante che riscuoteva la tassa per la rada ha proposto lui stesso di non applicarla alla Gambocat perché eravamo "troppo piccoli rispetto agli altri yacht tutti sopra i dieci metri alla fonda…." Cosa si vuole di più, ci mancava solo un tramonto da urlo:

TRAMONTO A BAIA PANTERA.jpg
TRAMONTO A BAIA PANTERA.jpg (90.17 KiB) Visto 5499 volte
Ultima modifica di gambocat il 09/10/2019, 18:34, modificato 1 volta in totale.
La vita gira finché gira l'elica, ma la gira per nagott se ta ghe mea la un timon: http://www.youtube.com/channel/UCqT6gelhUjIKrN4AFvRCJbw

criand
Abituale
Messaggi: 1383
Iscritto il: 06/01/2012, 16:12
Gommone: in attesa
Motore: in attesa
Località: Parma

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda criand » 09/10/2019, 13:49

Gambocat quando vedo i tuoi racconti mi fermo per leggerli sono così avvincenti che non riesco posticipare :clap:

Avatar utente
gambocat
Abituale
Messaggi: 1301
Iscritto il: 25/09/2011, 8:51
Barca: Akes 22 Gambocat by Aqa Aluminium Boat
Motore: Suzuki 175
Località: Brianza & 5 Terre

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda gambocat » 09/10/2019, 13:56

criand ha scritto:Gambocat quando vedo i tuoi racconti mi fermo per leggerli sono così avvincenti che non riesco posticipare :clap:


Grazie, mi fa piacere, se non altro riportano la spensieratezza dell'estate e accorciano la distanza verso il prossimo agosto. In queste giornate da polenta e brasato riportano anche la luce che non c'e' più :wall:

:d:
Ultima modifica di gambocat il 09/10/2019, 18:35, modificato 1 volta in totale.
La vita gira finché gira l'elica, ma la gira per nagott se ta ghe mea la un timon: http://www.youtube.com/channel/UCqT6gelhUjIKrN4AFvRCJbw

Avatar utente
JEBO
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10443
Iscritto il: 08/01/2009, 21:53
Gommone: MAR SEA 100 CM.
Motore: MERCURY 115HP. 4T.
Località: BOLOGNA- 6 Settembre 1942
Contatta:

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda JEBO » 09/10/2019, 14:04

il tuo modo di narrare semplice ma sapientemente descrittivo ..... non è da tutti..... è davvero piacevolissimo leggerti :clap:
Lomac 2001- Marshall 60- Marshall 80 ( il 4,40 poi il 4,60 ) - Marshall 90 - Marsea 100. " You only live twice....one life for you, and one for your dreams " canale youtube mauro.mezzinivideo

Avatar utente
JEBO
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10443
Iscritto il: 08/01/2009, 21:53
Gommone: MAR SEA 100 CM.
Motore: MERCURY 115HP. 4T.
Località: BOLOGNA- 6 Settembre 1942
Contatta:

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda JEBO » 09/10/2019, 14:52

anch’io in un tour a Venezia con “Ail Verona “ nel ritorno il comandante armatore di un bellissimo MV di 8 metri su cui ero ospite :halo: mi diede il timone.
timonai fino alla darsena Di Conche dì Codevigo attraverso i canali e , nell’utimo ( quello che viri a sinistra e ,100 metri dopo entri nella darsena nonostante il motore fosse, quasi tutto fuori ,è con la super visione dell’armatore “ sollevai “ un bel po di melma con l’elica :mrgreen: :oops: in quel momento sentii le mie ..... medaglie, cadere a terra :halo: :ah:
Lomac 2001- Marshall 60- Marshall 80 ( il 4,40 poi il 4,60 ) - Marshall 90 - Marsea 100. " You only live twice....one life for you, and one for your dreams " canale youtube mauro.mezzinivideo

Avatar utente
Francomaffio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5484
Iscritto il: 17/02/2013, 11:41
Gommone: MV620
Motore: Suzuki 140
Località: Dalmine (BG)

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda Francomaffio » 09/10/2019, 21:45

Sei molto migliorato nelle foto Davide, complimenti! :ah:
Ciao Franco
Bombard 380 - Zar 43 . MV 620

Avatar utente
ale70
Abituale
Messaggi: 2145
Iscritto il: 23/03/2010, 20:19
Gommone: Nuova Jolly Prince 23 Cabin
Motore: Honda BF 250
Località: padova

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda ale70 » 09/10/2019, 21:56

:ah: :ah: bella Jebo, con le medaglie mi hai fatto proprio ridere... :clap:

Caro Davide, ti voglio proprio ringraziare!!
ringraziare perchè con questi bei racconti rivedo questi incredibili luoghi che dopo un mese o poco più già mi mancano! ed è solo ottobre! pazienza ci vuole pazienza, manca un sacco di tempo alla prossima estate... meglio aspettare il resto del tuo racconto e sognare...nostalgia...però il coaster è sempre li...pronto a riprendere la navigazione anche il prossimo anno...
grazie Davide :clap: !!
Ultima modifica di ale70 il 10/10/2019, 7:43, modificato 1 volta in totale.
"sembrerà paradossale ma la condizione per discutere è essere d’accordo"

Jachi
Abituale
Messaggi: 1567
Iscritto il: 22/08/2013, 11:20
Gommone: Cab Dorado 7.5
Motore: Verado 250

Re: Venezia-Dubrovnik-Venezia navigando Otok by Otok

Messaggioda Jachi » 09/10/2019, 23:24

Davide senza questo appuntamento con la tua estate sento che non potrei superare il mio inverno.

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Le Avventure, i Raduni e gli incontri in mare, i Raid e le foto dei nostri gommoni in navigazione”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Gian, Paolo62, rinofranco3, roby 63, Sing e 114 ospiti